Quando scegliere una cucina con isola 2 mesi fa

Novità

Il fascino della cucina con isola non si discute, ma quando è meglio optare per questa scelta, e quando no? Oggi lo vediamo assieme.
L’isola è una scelta adatta alle famiglie, anche con bambini. Rende l’ambiente conviviale, fa in modo che tutti i membri della famiglia possano vivere la cucina con modi ed esigenze diverse allo stesso tempo; si può lavorare, studiare, preparare il cibo o anche solo conversare tutti attorno all’isola, tutto a seconda di come la strutturiamo.
L’isola apre a mille scelte diverse: possiamo usarla come unico bancone, in cui lavorare il cibo, fare colazione o aperitivi, essere usata come banco per conversare, lavorare o studiare. Possiamo spostare i fornelli su di essa, magari per renderli centrali e vicini a tutti i punti della cucina come dispensa, forno e frigo. In questo caso bisogna tenere in considerazione due cose: l’allacciamento di gas e corrente, che devono per forza di cose arrivare all’isola, e la cappa aspirafumo. Un’altra possibilità è il lavello sull’isola: qui, invece, bisogna far arrivare i tubi di acqua e scarico.

Il problema dell’isola è sicuramente lo spazio di cui necessita, essendo strutturata sia con mobili sulle pareti della cucina sia ovviamente l’isola centrale. In cucina c’è bisogno di quello che viene chiamato “spazio di manovra”. Tra l’isola e il resto della cucina deve esserci sicuramente lo spazio per muoversi, ma anche lo spazio per aprire gli sportelli; potrebbe sembrare una cosa ovvia, ma è bene tenere in considerazione tutto quando si sta progettando una nuova cucina.
Sempre parlando di spazio, c’è da dire che l’isola ci da la possibilità di aggiungere su di essa molti nuovi cassetti e sportelli per riporre pentole, piatti o utensili.
VDMO offre una vasta scelta di cucine con isola, progettando quella perfetta per voi a prezzi di fabbrica senza intermediari. Scopri di più, fissa un appuntamento attraverso l’apposito modulo di contatto nella sezione “Cucine”.

Vendita Diretta Mobili