Suggerimenti per il piano cottura 2 settimane fa

Novità

Ci fosse solo un tipo di piano cottura sarebbe tutto più semplice! Come capiamo quale è meglio per noi? In questo articolo cerchiamo di capirlo.
A seconda dell’uso che ne facciamo, possiamo scegliere tra gas, elettrico o a induzione.

Il più economico è sicuramente quello a gas, è istantaneo e funziona con tutti i tipi di pentole. In acciaio inox (con qualche variante in vetro temperato), con le griglie in metallo o ghisa. Di contro c’è il gas stesso (più rischioso della sola elettricità, e dai costi in aumento), la grande dispersione energetica e la non comoda pulizia.

Meno diffuso è il piano cottura, sia per una questione di conoscenza dello stesso, sia per una questione di costi di installazione, più elevati di un piano cottura classico.

Tra i suoi pro abbiamo la resistenza, la pulizia molto più immediata e facile, e non avere l’allacciamento del gas. Di contro abbiamo il non funzionare con tutte le pentole, scaldare anche le aree circostanti e l’essere costoso dal punto di vista di installazione e di manutenzione.

Infine, abbiamo il piano cottura ad induzione. Più moderno e in uso del piano cottura elettrico, è quello con la minore dispersione di calore e la maggiore efficienza energetica. Facile da pulire e con sistemi di sicurezza all’avanguardia, di contro ha l’essere il più costoso da installare e mantenere dei 3 di cui abbiamo parlato oggi. Inoltre, richiede di avere un contatore più potente di quelli base, dato che deve compensare con l’elettricità quello che normalmente fa il gas.

La soluzione migliore rimane quella di una cucina su misura, VDMO offre una vasta scelta di cucine, progettando quella perfetta per voi a prezzi di fabbrica senza intermediari. Scopri di più, fissa un appuntamento attraverso l’apposito modulo di contatto nella sezione “cucine”.

Vendita Diretta Mobili