Lo schienale della cucina 3 settimane fa

Novità

Lo schienale della cucina, detto anche paraschizzi, non è un dettaglio da sottovalutare. Come sfruttarlo al meglio?

Iniziamo con il dire che disponiamo di moltissimi materiali tra cui scegliere: acciaio, vetro temperato, laminato, truciolare nobilitato, resina, ceramica oppure vernice anche con effetto lavagna. Questi sono solo alcuni dei materiali a disposizione, tutto dipende dalle esigenze e dal gusto estetico.

Una volta scelto il materiale dello schienale, come arredarlo al meglio?

Spesso durante la progettazione di una cucina, nella quale si cerca di ottimizzare al meglio gli spazi, non si tengono in considerazione le potenzialità dello schienale; attrezzare questa parte della cucina può fare la differenza.

Esistono mensole ed accessori creati appositamente per questa specifica parte della cucina; mensole e strutture fisse che includono pratici accessori per poter tenere ad esempio mestoli, calici, spezie oppure le cialde per il caffè.

Se si tratta di una cucina con isola o penisola, dove i fornelli possono non essere vicini al muro, possiamo sfruttare lo spazio dello schienale per mettere uno scolapiatti, un portabottiglie, un portacoltelli oppure mettere delle piante aromatiche.

L’opzione più classica è quella di inserire una barra, alla quale appendere dei ganci e tenere le cose di cui abbiamo più bisogno come mestoli, vassoi, taglieri e molto altro.

La soluzione migliore rimane quella di una cucina su misura, VDMO offre una vasta scelta di cucine, progettando quella perfetta per voi a prezzi di fabbrica senza intermediari. Scopri di più, fissa un appuntamento attraverso l’apposito modulo di contatto nella sezione “cucine”.

Canella Business