Come scegliere un lavello 6 mesi fa

Novità

Può essere un componente della cucina che diamo per scontato, ma scegliere il lavello da installare non è così semplice.

Oggi vediamo insieme come trovare quello più adatto alle nostre esigenze.

Dobbiamo innanzitutto tenere in considerazione tre caratteristiche: materiale, incasso e forma.

Abbiamo vari materiali tra cui scegliere: acciaio, fragranite, ceramica, pietra, corian e laminato; vediamo velocemente pro e contro di tutti.

Acciaio: il più resistente e diffuso, molto adattabile. Può facilmente macchiarsi e graffiarsi.

Fragranite: è un materiale atossico ed ecosostenibile simile alla pietra, opaco e con una varietà di colori ampia. Può facilmente scheggiarsi o rompersi se non si fa attenzione con le pentole.

Ceramica: facili da pulire, molto igienici, resistenti alle temperature e resistenti ai graffi. Molto costosi e anche loro se non trattati con cura possono rompersi o scheggiarsi.

Pietra: di notevole impatti visivo, grande resistenza a urti e graffi. Sono molto costosi e pesanti (quindi difficili da installare) e difficili da mantenere.

Corian: il lavello è realizzato dello stesso materiale della finitura della cucina, quindi di notevole impatto estetico, facile da pulire e da riparare. Bassissima resistenza alle temperature.

Laminato: come il corian di grande impatto estetico. Anch’esso soffre le alte temperature.

Il lavello può essere ad appoggio, quindi essere rialzato rispetto al piano della cucina, filotop, quindi essere allo stesso livello, o sottotop, quindi essere più basso.

Per quanto riguarda le forme, abbiamo tante variabili possibili: monovasca, doppia vasca con o senza gocciolatoio oppure una vasca grande ed una piccola; le vasche poi possono essere sagomate, squadrate o rotonde.

Questi sono solo alcuni esempi delle infinite combinazioni possibili.

La soluzione migliore rimane quella di una cucina su misura, VDMO offre una vasta scelta di cucine, progettando quella perfetta per voi a prezzi di fabbrica senza intermediari. Scopri di più, fissa un appuntamento attraverso l’apposito modulo di contatto nella sezione “cucine”.

VDMO